martedì , 23 aprile 2019
A huge collection of 3400+ free website templates JAR theme com WP themes and more at the biggest community-driven free web design site
Home / News Quattro Ruote / Al termine di un duello appassionante è Raimondo Ricci a spuntarla su Max Arduini nel podio tutto Peugeot 308 in TCT.

Al termine di un duello appassionante è Raimondo Ricci a spuntarla su Max Arduini nel podio tutto Peugeot 308 in TCT.

Il secondo round stagionale del TCR Italy Touring Car Championship si chiude nel segno di Eric Scalvini e della Honda Civic della MM Motorsport.

Il 22enne pilota bresciano, partito in pole position, si è involato subito al comando senza più abbandonare la prima posizione fino al traguardo, dove passa incassando i punti utili a consolidare un primato nella classifica tricolore che già conta 27 lunghezze su Nicolda Baldan.

Eric Scalvini (MM Racinge,Honda Civic TCR-TCR #9)

Proprio il pilota veneto di Pit Lane Competizioni è parso l’unico in grado di tenere il ritmo del battistrada, ma solo fino al terzo giro quando è stato costretto a riportare ai box la sua Seat Leon e lasciano così la scia della Civic rimasta poi sola in testa.

Autore di un ottimo spunto al via Max Mugelli conquista così il suo primo podio stagionale con il secondo posto ipotecato già dopo i problemi tecnici del compagno di colori e poi conservato fino al traguarod davanti all’altra Audi RS3 Lms del bulgaro Plame Kralev, sempre protagonista nella lotta per le primissime posizioni.

In un gruppo sempre ai ferri corti ha invece sfiorato il podio l’alfiere di BF Motorsport Matteo Bergonzini, sulla prima Leon in versione Dsg al traguardo ed a sua volta inseguito da Enrico Bettera, sull’unica Audi con cambio Dsg.

Alle spalle del portacolori di Pit Lane Competizioni, il giovanissimo Nicolò Zin conquista una splendida sesta posizione assoluta sulla Leon del Team Piloti Forlivesi e soprattutto riuscendo a tenersi fuori dalla bagarre più accesa.

Massimiliano Gagliano è autore di una straordinaria rimonta che lo porta al settimo posto finale al volante della Volkswagen Golf GTI della MC Corse e dopo essere scivolato addirittura 16esimo in un primo giro concitato.

Le scintille dei primi metri costringono ai box la Honda Civic MM Motorsport di Samuele Piccin, che poi riprende staccato per la sostituzione della gomma anteriore sinistra, mentre Andrea Agrenti è costretto al ritiro sulla Leon Dsg della South Italy Racing Team con la quale aveva colto ieri il quarto posto assoluto.

La bagarre continua però lungo l’intera gara, proprio come al sesto giro, quando Daniele Cappellari, impegnato anche lui in una rimonta furiosa dalla 15esima posizione in griglia, prova l’attacco su Vincenzo Montalbano per la sesta posizione, ma finisce per spedirlo in testacoda. Ad avere la peggio è la Leon Dsg del pilota veneto che conclude la gara nella sabbia, mentre il siciliano

Ricci-Bernazzani (Sport & Comunicazione by Autostar,PeugeoT 308 MI16-TCT#104)

della BF Motorsport, riparte 11esimo per poi risalire ottavo assoluto.

Alle sue spalle e dopo un lunghissimo duello che lo impegna fino al traguardo con Max Arduini, Raimondo Ricci (Sport&Comunicazione by Autostar) conquista il successo nel TCT ed in un podio tutto in Peugeot 308 con Andrea Brambilla, terzo.

Alle spalle di Massimiliano Chini che conquista l’ottava piazza di TCR sulla Leon di NOS Racing Ermete, Andrea Mosca è quarto di TCT sull’Alfa Romeo Giulietta QV e davanti a Luigi Bamonte, decimo di TCR, sulla Honda Civic MM Motorsport.

Leggi Anche ...

Mugello, Gara 1. Nel trofeo Nazionale TCT si impone Raimondo Ricci, ottavo assoluto, sulla Peugeot 308

Il pilota veneto conquista il successo dopo un testa a testa con il capoclassifica Eric Scalvini che riesce a classificarsi nonostante un cedimento tecnico sulla sua Honda Civic. Terzo posto per il bulgaro Plamen Kralev (Audi), mentre nel Trofeo Nazionale TCT si impone Raimondo Ricci, ottavo assoluto, sulla Peugeot 308. Alle 17.55 appuntamento con gara 2.